Text Size
14 dic, 2017

logopsscolori

Abitare la città

come  un bene da coltivare.

In evidenza
Iniziative Ph.Videofestival | vota i video

Ph.Videofestival | vota i video

logotipo3 "click" a disposizione 
e la possibilità di votare una sola volta:

queste solo le due uniche condizioni per votare i 14 video finalisti 
che si sfideranno all’ultimo frame per aggiudicarsi gli smartphone
di ultima generazione messi in palio per l’occasione. 

Entra nel sito www.ph-videofestival.it, c'è tempo fino alla mezzanotte del 29 giugno per votare dal proprio pc e passare parola ad amici, parenti e simpatizzanti vari!!!

La premiazione delle opere più “cliccate” andrà poi in scena mercoledì 30 giugno a partire dalle ore 18 al Bar Borsa di Piazza dei Signori, in una festa finale dedicata ai ragazzi, durante la quale una giuria tecnica assegnerà un ulteriore riconoscimento.

Inoltre, da venerdì 25 giugno al 4 luglio, le opere dei concorrenti saranno proiettate nelle vetrine del Sottoportico della Basilica Palladiana messe a disposizione dal Comune di Vicenza, con l’allestimento dello studio multimediale sacrocuoreconnection.it

Girati e prodotti da oltre una ventina di adolescenti dai 14 ai 19 anni, i cortometraggi offrono una lettura spesso alternativa di Vicenza, a volte interpretata come luogo amato e spensierato dove incontrare i propri amici e fare un giro in Corso, altre volte vista attraverso un approccio più “impegnato” dove non mancano contraddizioni e degrado.

Dalle riprese della Festa multietnica cittadina, a quelle scherzose del sabato tipico dell’adolescente vicentino, dalla mystery fiction ambientata a Monte Berico, alla videopoesia dedicata alla città che si trasforma in sogno. E ancora: il mini-documentario sui luoghi e attività dei giovani vicentini e la storia di una gita per le strade cittadine con finale a sorpresa. Questi e altri i temi delle opere pervenute alla segreteria del festival, frutto di grandi fatiche ma anche di divertimento da parte dei partecipanti che si sono occupati di tutte le fasi della realizzazione, dall’idea alle riprese, fino al montaggio finale. 

«Produrre e promuovere Ph. videofestival è stata un’esperienza elettrizzante - commenta Eloisa Stella, organizzatrice dell’iniziativa per la onlus progetto Sulla Soglia - Per coinvolgere i giovani vicentini abbiamo contattato sia i professori delle scuole superiori, sia i rappresentanti di istituto e gli stessi studenti attraverso un tam-tam mediatico e un passaparola senza sosta per oltre 3 mesi. Durante questo periodo, conoscere i ragazzi, scambiare con loro idee sulla città in cui crescono è stata la parte che più mi ha colpito, cogliendomi spesso di sorpresa. Nulla mi aveva preparato al loro candore, disponibilità e generosità. Molti di loro si sono infatti presi carico di passareparola ai loro compagni di scuola e amici per fare in modo che il messaggio del nostro festival arrivasse forte e chiaro.

Preziosa è stata anche la collaborazione di alcuni insegnanti che ci hanno aiutato a promuovere il festival nelle loro scuole, in particolare la professoressa Daniela Caracciolo del Liceo Pigafetta e il professor Giuseppe Indino, Vice-Preside del Liceo Lioy. Senza questi ambasciatori non avremmo avuto lo stesso importante riscontro».

Non ultimo...

4 A...

Sostieni...

Volontari...

il GAS

Fogli Vaganti

Link...

Developed By Powered By
Copyright 2010 Progetto sulla Soglia
Torna su
[ Reset Settings ]